Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Ciaspolata: Gardeccia - rifugio Vajolet

ca. 450↑↓ m disl., ca. 4 ore di camminata - escursione di media difficoltà.
Il paesaggio straordinario del Larsec: prati innevati in mezzo alle rocce, larghissimi ghiaioni, pareti e bizzarre formazioni rocciose. Da Ciampedie caspoliamo al rifugio Gardeccia. Da li saliamo ancora fin sotto le Torri del Vajolet al Rifugio Vajolet. Un fantastico mondo roccioso ci aspetta. Il ritorno sarà per la stessa strada.
Costi aggiuntivi per cabinovia. Punto di ristoro fino al 26 marzo.
L‘itinerario
Trasferimento in pulmino o autovettura in Val’ Gardeccia, 1800m, ca. 45 min.
Salita al rif. Gardeccia, 1960 dove faremo una piccola pausa. Da li proseguiamo dopo con le ciaspole per il rifugio Vajolet 2.230m proprio sotto le maestose torri del Vajolt – la Winkler, la Stabeler e la sottile Delago. Alla nostra destra vedremo in fondo il Catinaccio d’Antermoja, con 3005m la cima più alta del Catinaccio. Più a destra ancora le Cime Scaliaret. Dopo una bella pausa ritorneremo al rifugio Gardeccia e da lì, se il tempo permette ritorneremo in slitta fino pulmino.

Highlights
La vista meravigliosa dalla Cima Scalieret. Il paesaggio straordinario del Larsec: prati innevati in mezzo alle rocce, larghissimi ghiaioni, pareti e bizzarre formazioni rocciose.

Informazioni in breve
Partenza a Tires: 8:00
Ritorno a Tires: 17:00
Punto di partenza: 1.800 m
Massima altitudine: 2.330 m
Ascensa (altitudine): 430 m
Discesa (altitudine): 430 m
Durata: 4 ore
Difficoltà: facile
 
 
alla lista